Bitcoin

La società statunitense di gestione dei viaggi CWT ha pagato 4,5 milioni di dollari in un attacco di riscatto Bitcoin

3. August 2020

L’azienda statunitense di viaggi d’affari CWT ha pagato 4,5 milioni di dollari in un riscatto Bitcoin agli hacker che hanno rubato file sensibili dall’azienda.

Secondo il rapporto Reuters, l’azienda statunitense di viaggi d’affari CWT (ex Carlson Wagonlit Travel) ha pagato il 27 luglio 414 Bitcoin per il riscatto di hacker 414 Bitcoin, che all’epoca ammontava a circa 4,5 milioni di dollari su due transazioni. I dati della Blockchain confermano che i criminali hanno trasferito i fondi a un altro indirizzo entro un’ora. Gli aggressori hanno dichiarato di aver utilizzato il ransomware Ragnar Locker per decrittare i file su 30.000 computer dell’azienda e rubare dati sensibili.

La società ha negoziato l’importo del riscatto

Inizialmente gli hacker hanno chiesto 10 milioni di dollari di riscatto, ma hanno accettato meno della metà dopo che un rappresentante della CWT ha dichiarato che l’azienda aveva subito perdite finanziarie durante la pandemia. Un rappresentante dell’azienda e uno per gli hacker hanno discusso il prezzo del ripristino dell’accesso al computer in un gruppo di chat online accessibile al pubblico. Il gruppo ha inizialmente dichiarato che un tale riscatto sarebbe stato probabilmente „molto più economico“ di una causa legale. Nella chat gli hacker hanno persino offerto un „bonus“ di raccomandazioni su come l’azienda di viaggi potrebbe migliorare le sue misure di sicurezza se decidesse di pagare e prevenire in futuro una simile violazione.

Le truffe criptiche continuano a crescere in mezzo alla pandemia in corso

Le truffe relative alla criptovaluta sono aumentate in mezzo alla pandemia globale in corso. All’inizio di quest’anno, il Federal Bureau Investigation degli Stati Uniti ha pubblicato un rapporto che avverte la gente di essere a conoscenza delle truffe criptiche, poiché i truffatori potrebbero cercare di scatenare un’ondata.

Anche il gigante dei social media Twitter ha subito una grave violazione della sicurezza il mese scorso, quando gli hacker sono riusciti ad accedere agli account di molte persone famose e hanno inviato tweet sollecitando bitcoin. Tre persone sono state finora accusate per l’hackeraggio di massa. Nel giugno di quest’anno, l’Università della California presso la San Francisco School of Medicine ha pagato un riscatto di 1,14 milioni di dollari in crypto agli hacker dietro un attacco di ransomware. Anche Singapore ha segnalato una massiccia impennata nel numero di attacchi di ransomware.